Pranzo di Natale con i Freud

Natale è alle porte e il dottor Freud ci invita al suo pranzo che, come ogni anno, festeggiava con tutta la sua famiglia a casa della madre Amalia, che usava preparare oca arrosto, frutta candita, torte e un punch per terminare.

"Quanto all’oca, mia madre prima di tutto la strofinava energicamente con una spazzola per eliminarne il grasso superfluo. Poi, dopo averla sciacquata e asciugata dentro e fuori, la imbottiva con il suo squisito ripieno di patate lesse schiacciate e insaporite con un tartufo affettato finemente già cotto nel vino bianco. Per ultimo aggiungeva al ripieno un cucchiaio di pancetta affumicata tagliata a cubetti e fritta.

Amalia non aveva nessun tabù alimentare. Al contrario! Va detto inoltre che era di quella landa selvaggia e semibarbara che risponde al nome di Galizia orientale.

Comunque sia, l’oca veniva messa in forno a calore moderato e lasciata arrostire fino a quando non diventava morbida e di un bel colore bruno dorato.

Veniva servita sempre con la salsa di mele.”

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square